iglesiasDomenica 23 novembre, sono le 5.45 quando il trillo della sveglia suona per i ciclisti dell'Associazione" Amici della bicicletta Cagliari" diretti ad Iglesias.
Il percorso prevede la tratta Cagliari/Iglesias in treno e ritorno in bicicletta.
L'appuntamento è all' ingresso della stazione ferroviaria ma, all'appello, mancano alcune persone
forse timorose dei km da farsi.
La temperatura è mite e, tolto il fastidio iniziale della sveglia, è un piacere uscire di casa e sentirsi quasi coccolati da una temperatura così clemente che fa presagire una bella mattinata di sole.
Andrea obblitera i biglietti mentre noi fanciulle ci portiamo al binario numero due per posizionare le nostre biciclette. Abbiamo a disposizione un'intero vagone con tanto di autorizzazione per dieci bici anche se poi ci siamo ritrovati solo in tre.
Alle 7,35, in perfetto orario, arriviamo alla stazione di Iglesias.
Inforchiamo le nostre bici ma, prima di muoverci, ci facciamo fare una foto da un passante. Noi, le nostre bici e il cartello con la scritta Iglesias alle nostre spalle.
Prima di iniziare il viaggio di ritorno ci sembra d'obbligo la tappa al Bar Sella per soddisfare i nostri palati con una buona pasta fresca e caffè. All'uscita ci imbattiamo in un gruppetto di ciclisti del posto e decidiamo di percorrere insieme il primo tratto di strada. Sono in quattro e sono simpaticissimi. Ci alterniamo, ora vicino all'uno o all'altro in una piacevole e chiassosa pedalata.
Al bivio_di Villamassargia (s'ortu mannu)_ci separiamo e ognuno segue la propria destinazione.
Abbiamo un'andatura media di circa 19 km orari e abbiamo già percorso circa 20 km quando il caldo inizia a farsi sentire. Ci fermiamo per alleggerirci di qualche indumento e bere un sorso d'acqua. Controlliamo la temperatura, segna 20 gradi.
Che meraviglia! è un piacere voltarsi ora qui ora là e apprezzare i profumi e i colori della natura.
Siamo nei pressi di Siliqua abbiamo il vento contrario di scirocco che ci sfianca un poco e quando svoltiamo in direzione Decimo ce lo ritroviamo di fronte. Ci rende un pochino più difficile la pedalata ma siamo troppo contenti del nostro avanzare per lasciarci influenzare negativamente.
Tutto procede bene, le bici non ci danno alcun problema, l'atmosfera è piacevole.
Il nostro cammino sulla 130 vecchia procede, attraversiamo Decimomannu, Assemini ed Elmas.
A questo punto ci sentiamo tranquilli nel dirci che ci sentiamo la stanchezza addosso così, proprio sotto il cartello di Elmas, ci fermiamo a fare qualche esercizio di streching prima di rimontare in sella verso il tratto finale del percorso.
Facciamo il tratto della pista ciclabile di Elmas, suggestiva per il fatto che si estende sullo stagno di S. Gilla ma temeraria considerando che finisce improvvisamente e senza nessun preavviso, con un gradino che dalla passerella di legno ci porta a uno sterrato piuttosto sciatto.
Arriviamo all'ingresso di Cagliari alle 13,40 stanchi ma soddisfatti. Ci salutiamo con la promessa di rivederci alla prossima escursione.

Seguici su:

FacebookFacebook
YoutubeYoutube
GoogleplusGoogleplus

Calendario Eventi

loader

Meteo Cagliari